RIMETTERSI IN FORMA DOPO LE FERIE

In ferie è davvero difficile seguire lo stesso regime alimentare del resto dell’anno, complice la facilità di mangiare fuori, la presenza di alimenti e preparazioni tipiche del luogo, la rilassatezza, il piacere di un aperitivo o una colazione al bar. In fondo fa parte della vacanza anche questo, e allentare un po’ l’attenzione sul cibo fa parte della vacanza stessa. Il problema però è che subito dopo le ferie la voglia di rimettersi in forma è tanta, e non sempre la fretta ci fa agire nel modo giusto.

Innanzitutto NIENTE PANICO: non è successo nulla di irreparabile. Con un po' di pazienza e senza grandi rinunce è possibile rimediare. Ecco una lista di consigli pratici su cosa ha senso fare e cosa invece NON ha senso fare per recuperare il peso preso in vacanza. Attenzione: PESO NON EQUIVALE A GRASSO!! Se hai bevuto meno acqua, consumato meno ortaggi e frutta o mangiato più dolce o più salato del solito, il peso preso potrebbe essere dovuto, almeno per la maggior parte, a liquidi che ristagnano. Considera che fluttuazioni di peso nel breve periodo (ore o pochissimi giorni) non possono essere imputabili al grasso, che necessita di tempo per essere accumulato o smaltito.

Ecco cosa NON HA SENSO FARE:

·       Saltare i pasti per compensare un eccesso

·       Consumare pasti incompleti (solo insalata, solo frutta, solo uno yogurt) se invece si ha un appetito “normale”

·       Limitare l’olio di condimento

·       Evitare pasta, pane e in generale tutti i “carboidrati”

·       Intraprendere giorni di “programmi detox”, frullatoni, diete liquide drastiche lette su qualche giornale o senza consultare un professionista che abbia inquadrato la tua situazione.

Tutte queste pratiche stressano l'organismo mentre limitare fortemente o eliminare l'olio ci priva di sostanze antiossidanti preziose per la salute e squilibra la dieta.

Ecco invece cosa HA SENSO FARE:

·       Avere pazienza e prendersi il tempo necessario per tornare in forma: entro ottobre tornerai sicuramente come prima. Tutti i risultati duraturi richiedono tempo per essere raggiunti, e una certa dose di pazienza

·       Riprendere un’alimentazione regolare e bilanciata, che non escluda a priori alcun gruppo alimentare. Non mangiare “triste”: è un supplizio inutile. Puoi preparare piatti gustosi ma semplici. Concediti una volta a settimana una pizza, un aperitivo, un’uscita al ristorante, un gelato con gli amici: il cibo è anche socialità e la socialità fa stare bene. Quando non ci sono queste occasioni limita dolci, alcoolici e snack a favore di frutta e verdura.

·       Riprendere a fare l’attività fisica di prima oppure sfruttare ogni occasione per muoversi di più: girare a piedi o in bicicletta invece che in macchina, fare le scale invece di prendere l’ascensore, insomma cercare di rimanere attivi il più possibile.

·     Stare un po’ più attenti alle dosi, mangiare con consapevolezza per consumare quello che effettivamente il fisico richiede: non resistere alla fame e non forzarsi a finire il piatto se hai raggiunto il senso di pienezza. In questo un approccio mindful, soprattutto se guidato da un professionista, può aiutare tanto.

Insomma possiamo riassumere il tutto in tre parole: semplicità, regolarità, movimento.

Buon rientro a tutti!

Foto di Jan Vasek